top of page
Cerca
  • emanuele94ec

I cibi integrali



Meglio la pasta integrale o normale?


E' un quesito che mi viene posto molto frequentemente, tuttavia non c'è una vera e propria risposta “corretta”.

Possiamo però cercare di fare chiarezza sulle caratteristiche dell' “integrale” e sulle sue possibili applicazioni dietetiche.


Il cibo integrale contiene fibre alimentari molto importanti che si trovano in cereali, legumi, frutta e verdura. Spesso l'industria alimentare sottopone molti di questi alimenti ad un processo di raffinazione, evidente anche nel colore finale dei cibi, come avviene, ad esempio, con la farina bianca, o 00.


Diversi sono i vantaggi degli alimenti integrali:

  • sono ricchi di minerali, vitamine, fibre e sostanze fitochimiche, in misura molto maggiore rispetto ai cibi raffinati

  • facilitano il transito intestinale

  • aumentano il senso di sazietà grazie alla quota di fibre presenti in essi

  • riducono l'assorbimento di grassi e colesterolo

  • hanno un indice glicemico tendenzialmente più basso In generale, è buona regola variare la qualità dei cereali e utilizzare anche l'integrale per i vantaggi sopraindicati.


Tuttavia, come per tutti gli alimenti, anche i cibi integrali presentano controindicazioni, specialmente per una fetta di popolazione per cui invece è addirittura sconsigliato il loro consumo (o comunque da utilizzare in quantità e frequenze moderate).

In particolare, l'integrale non è adatto per chi è soggetto a:

  • malattie infiammatorie croniche intestinali in riacutizzazione (es. Morbo di Crohn) -

  • diverticoli in fase acuta -meteorismo -

  • reflusso gastroesofageo e/o gastriti.

E allora, in sostanza, è meglio la pasta integrale o quella normale?

Come ogni volta rispondo... dipende!

36 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

L'acqua

L'anguria

Gli asparagi

Kommentare


bottom of page